Montecarlo: vince Aghem, molto bene Gianandrea Redaelli

Protagonista della Varese-Campo dei Fiori 2016, il torinese Gian Maria Aghem ha colpito in alto, conquistando il Montecarlo Historic 2018. Sulle curve che hanno reso immortale il talento di Sandro Munari al volante della Lancia Fulvia 1200 e che hanno consacrato poi, nell’ordine, Stratos, 037 e Delta, quest’anno è toccato alla “piccola” Fulvia 1200 del 1965 di Gianmaria Aghem e Diego Cumino trionfare nel rally di regolarità a media più importante del mondo. Ben 340 gli equipaggi partenti.

 

Tra i primi classificati altri italiani, molti della scuderia Milano Autostoriche: Aiolfi-Giafusti ottavi, Marcattilj-Francesco Giammarino tredicesimi.

Ventesimi assoluti e tra i primi di classe, Gianandrea Redaelli (nostro consigliere del club VAMS) in abitacolo con Alberto Bergamaschi sulla VW Maggiolino, auto curata a Morazzone dal team Pole Position di Claudio Locatelli che collabora da anni con l’organizzazione della Coppa dei Tre Laghi e Varese-Campo dei Fiori.

 

Questo il racconto del nostro consigliere Gianandrea Redaelli: “Il Montecarlo storico è una gara atipica, prestigiosa e piena zeppa d’insidie, con condizioni meteo tanto mutevoli nell’arco di poche ore. Lunga 2800 km.. con 15 lunghe prove speciali con cronometraggio a media, la gara da noi è stata affrontata con la Volkswagen Maggiolino 1600 cc. da 140 cavalli, curato dal team varesino Pole Position. La nostra auto se l’è cavata molto bene nella neve: è l’esemplare che permise a Harry Kallstrom di essere protagonista all’inizio degli anni ’70 dei rally europei. Prossime gare? Studiando quali disputare: interessante la gara a media della Rievocazione storica del Rally ACI Varese del 16-17 marzo 2018”.