Club VAMS vince la vertenza contro Aci

NEWSLETTER del 15 ottobre 2016

 

Carissimi soci del club Auto Moto Storiche Varese,

vi comunichiamo con gioia e soddisfazione il risultato concreto raggiunto al termine di una faticosa vertenza che il nostro club VAMS, ed altri nove club ASI, hanno intrapreso (non senza scetticismo da parte di molti altri club e soci) in merito ad una problematica controversa che vedeva gli eventi organizzati dai CLUB ASI in forte pericolo di legittimità a causa del presunto monopolio organizzativo dell’Aci-Csai.

Il Garante della Concorrenza e del Mercato ha fatto chiarezza ed ha sgombrato il campo da dubbi, illeciti ed abusi: il nostro Club ASI VAMS, previo l’ottenimento dei permessi di transito delle Autorità competenti, può continuare serenamente ad organizzare gare di regolarità per auto e moto storiche senza alcuna preoccupazione. Da registi della “25.Coppa dei Tre Laghi/Varese-Campo dei Fiori 2016” e di altri eventi di successo non vi neghiamo d’aver vissuto non pochi patemi, oggi svaniti.

In un mondo moderno che esige giustamente il rispetto delle regole condivise e stabilite da organi superiori ma permette una pluralità di espressione ed una libertà del pensiero nel rispetto degli altri, questo pronunciamento dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato è una dimostrazione della corretta strada da noi intrapresa negli scorsi mesi, nell’interesse dei nostri soci e di tutti i praticanti la disciplina della regolarità per auto storiche.

Con animo sereno e rinnovato amore per il motorismo storico, cordialmente vi salutiamo.

Angelo De Giorgi e Enrico Bassani

presidente e vice presidente del Club Auto Moto Storiche Varese

www.automotostorichevarese.comdirezione@automotostorichevarese.com

 

Varese, 15.10.2016

 

* * * * *

 

COMUNICATO STAMPA

 

In merito alla questione relativa al presunto monopolio dell’Aci –Csai nell’organizzazione delle manifestazioni di regolarità per auto storiche, balzata all’onore delle cronache qualche mese fa, possiamo dire che è stata finalmente fatta chiarezza. Oggi (12-10-2016) infatti si è pronunciata in merito alla questione l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato sollecitata da un ricorso presentato da un gruppo di dieci club federati ASI, a mezzo dell’Avv. Mauro Giansante del foro di Pescara, ai quali i club si erano rivolti nel timore di vedere bloccate le manifestazioni di regolarità per auto storiche che tradizionalmente vengono da questi organizzate. E così l’Autorità, nella seduta del 4/10/16, “ha valutato i fatti denunciati e le loro possibili implicazioni rilevanti dal punto di vista della tutela della concorrenza ed ha ritenuto di inviare a Governo, Parlamento e al Ministero competente una segnalazione ex art. 21 della legge 287/1990, riguardante i problemi concorrenziali riconducibili all’art. 9 del codice della strada ed alla prassi applicativa rappresentata dalle Circolari Minsteriali annuali. In particolare sono state evidenziate le criticità derivanti dal coinvolgimento dell’Automobil Club d’Italia nell’iter autorizzatorio disciplinato dalla richiamata disposizione, in ragione del conflitto di interessi connesso al duplice ruolo di parte attiva nel processo di autorizzazione e di organizzatore, tramite le proprie articolazioni locali, di eventi sportivi automobilistici.” Questo il contenuto della decisione dell’Autorità. I club che hanno presentato ricorso all’Autorità desiderano pertanto ringraziare l’Avv. Mauro Giansante il quale, oltre ad essere appassionato campione di “regolarità”, ha avuto modo di far rispettare anche le “regole” del gioco ottenendo una siffatta pronuncia a difesa della libertà di organizzare manifestazioni di regolarità automobilistica nel pieno rispetto dello spirito non agonistico che caratterizza gli stessi club. Si deve constatare purtroppo il mancato appoggio ufficiale dell’Asi, che ben poteva intervenire “ad adjuvandum” nel ricorso presentato dal gruppo di club federati, i quali si sono fatti carico da soli delle relative spese di lite quando invece la questione trattata era di interesse comune a tutti i club federati Asi

I Club ricorrenti:

VAMS –  Auto Moto Storiche Varese – pres. Angelo De Giorgi

-Club Orobico Auto Moto D’epoca – pres. Ugo Gambardella CMAE

– Club Milanese Automoto veicoli d’epoca –  pres. Marco Galassi

GAMS – Gallarate Auo Moto Storiche – pres. Arturo Ferraro 

VCCC – Veteran Car Club Carducci – pres. Antonio Borgonovi VCCC – Veteran Car Club Como –  pres. Adriano Compagnoni CAMEF – Circolo Auto e Moto d’epoca Frusinate – pres. La Pietra Mariano ANTIQUARIAUTO – pres. Luigi Di Matteo VCC Ligure – pres. Mauro Milano AMAMS – pres. Claudio Scapinello