Il club

Il Club Auto Moto Storiche Varese è sorto nel 1989 ed ha perseguito scopi precisi: diffondere la cultura del motore storico in ogni sua forma creativa, artigianale o industriale, coniugando l’amore per il territorio di Varese e provincia con la passione per il restauro e la tutela del patrimonio tecnologico in ogni sua forma: auto e motostorica, veicoli civili, agricoli, militari, natanti, aeroplani.
Dal 1990 il Club ha riportato alla luce, in chiave regolaristica per autostoriche, una gara celeberrima nel passato, la Coppa dei Tre Laghi e Varese-Campo dei Fiori, disputatasi in dieci fortunate edizioni velocistiche, cinque prima e cinque dopo la seconda Guerra Mondiale. Dal 2007 il Club è federato ASI, da alcuni anni ha sede a Varese in via Cesare Correnti 2 e conta su una vasta e poliedrica realtà di quasi 1000 soci.
Il giorno di apertura settimanale dell’ampia sede (200 mq.) è il LUNEDI’, dalle ore 21. E’ aperto anche il SABATO ultimo di ogni mese, dalle ore 15 alle 17. Qui, oltre a sale riunioni, salette con Commissari ASI, Pc connesso ad Internet per la consultazione in rete, esistono luoghi di ritrovo conviviale, una ragguardevole biblioteca dove gli associati possono documentarsi grazie a migliaia di libri e periodici di auto e moto storiche.
Il presidente Angelo De Giorgi e il suo vice, Alberto Cavallini, precisano: “Intendiamo diffondere la cultura dell’auto e della moto storica in un territorio di straordinarie tradizioni motoristiche, qual è il Varesotto. L’obiettivo che ci poniamo è assistere i soci del nostro club federato ASI e valorizzare il motore in ogni sua forma culturale, sportiva e divertente, in una provincia celeberrima nel mondo per la qualità delle creazioni meccaniche, tra pistoni e carrozzerie dal grande pedigree”.
Oggi il Club vanta quasi 1000 soci, quasi tutti possessori, collezionisti e appassionati di auto, moto ed altri veicoli storici. Il sodalizio svolge diverse attività nell’interesse dei soci: promuove la partecipazione a manifestazioni, organizza raduni ed eventi rievocativi, partecipa a fiere, sostiene i soci nel rilascio di documenti e certificazioni ASI, assiste gli associati nell’analisi dei mezzi che necessitano di restauro conservativo, ricerca di parti di ricambio e nelle modalità di valorizzazione dei “gioielli di tutte le età”, diffondendo la più autentica cultura del motore.