La passione corre su 2 ruote (storiche). E la Sei Giorni di Varese infiamma

 

In un’immagine una lunga storia di Uomini e Moto. E’ la partenza della Sei Giorni motostoriche di Varese 2019, rievocazione della gloriosa edizione del 1951. E davanti all’arco Mera di Corso Matteotti a Varese ecco un mossiere d’eccezione: da Chicago è giunto nella Città giardino Jeff Smith, due volte campione del mondo motocross 1964-1965 con moto BSA e nel settembre 1951 vincitore della medaglia d’oro nell’International Six Days di Varese con Norton 500.

Il britannico Smith dà il via all’edizione 2019 ed attorno a lui il presidente del club VAMS, Angelo De Giorgi, sulla Sunbeam 350 dell’anno 1927, affiancato dal n.2 il pilota Antonio Castiglioni con la MotoGuzzi GT16 500 del 1931. E avanti a loro sorride la presidente del network Varese-Terra-di_Moto, Annalisa Mentasti che collabora attivamente con il club VAMS per numerosi eventi.
L’edizione 2020 è programmata per sabato 19 settembre e il direttore dell’evento, Alberto Vaser, con il consiglio direttivo del club VAMS federato ASI stanno preparando l’appuntamento con cura.

L’evento negli ultimi anni ha fatto sempre registrare una grande affluenza di collezionisti, piloti, motoclub, restauratori, dal varesotto, ma anche da numerose regioni d’Italia e dall’estero.

Il successo del 2019, ben testimoniato dalla folla in Corso Matteotti a Varese grazie al Comune locale, al concorso d’eleganza sul lungolago di Bellagio e dalla premiazione applauditissima in Camera di Commercio a Varese sono esempi da seguire, passione e pietre miliari da coltivare.